Pavlivka, l'inutile massacro dei fanti che spaventa il Cremlino

I russi hanno provato a riconquistare la cittadina del Lugansk ma sono finiti in una trappola. In una lettera, già diventata un caso nazionale, i combattenti attaccano: “Ci hanno mandato allo sbaraglio. In quattro giorni almeno trecento sono morti. Uccisi perché un generale…


Source: Repubblica.it