Il primo soldato russo alla sbarra in Ucraina per crimini di guerra si dichiara colpevole

Vadim Sishimarin, 21 anni, è stato accusato di avere sparato con il suo kalashnikov a un civile di 62 anni dal finestrino dell’auto che aveva appena rubato insieme ai suoi commilitoni, nel quarto giorno dell’invasione. L’uomo è morto. Il militare lo ha ucciso su ordine di un suo…


Source: Repubblica.it