I cadaveri dei soldati russi nei vagoni frigo: "Li raccogliamo noi ucraini, ma non li rivogliono"

Centinaia di corpi sono stati conservati in attesa del via libera per riportarli a casa. Il colonnello Lyamzin: “Rifiutati perché ogni corpo è una prova di un crimine di guerra”. L’arcivescovo di Kiev Shevchuk: “Non rispettano i morti e questo demoralizza il loro esercito”


Source: Repubblica.it