Ucraina, le voci dall'inferno dell'acciaieria Azovstal: "Due mesi di buio e paura. Mancava l'aria"

Parla Natalia Usmanova, una delle 100 persone liberate dall’impianto industriale assediato a Mariupol: “Con i bombardamenti ho pensato che il mio cuore si sarebbe fermato”


Source: Repubblica.it