Ex terroristi arrestati: una generazione di fuggitivi, tra mito dell'esilio e necessità di evitare il carcere

Il retropensiero di continuare una lotta, specie quella armata, in verità poi continuava assai poco, anzi per niente; e comunque pochissimo si poteva fare dall’estero a sostegno dei compagni e dei camerati che stavano dentro o che tutti i giorni rischiavano la pelle fuori


Source: Repubblica.it