Coronavirus, gli psicologi nella zona rossa: "Aiutiamo gli ostaggi del virus a non sentirsi colpevoli"

“Dovrebbero essere ringraziati, perché il loro isolamento è per il bene di tutti”. E al confine ci si scambia cibo, vestiti e sigarette


Source: Repubblica.it