Dalla Spagna: “Tutto fatto per Danilo alla Juve”. Allegri ha fretta per Bernardeschi

TORINO –  Tutto fatto, anzi no. Per Danilo alla Juventus manca soltanto l’ufficialità, scrivono in Spagna. Secondo l’edizione online del quotidiano As, molto vicino alle vicende del Real Madrid, la Signora ha raggiunto l’accordo per 20 milioni. Il 25enne Danilo si preparerebbe così a ritrovare l’ex compagno al Porto nonché grande amico Alex Sandro, sempre che quest’ultimo non accetti le avances multimilionarie del Chelsea o di quel Psg pronto a investore 65 milioni per il suo cartellino. In realtà c’è ancora un po’ di distanza da colmare: Danilo ha dato la sua disponibilità a cambiare squadra, è intrigato dal progetto e dalla corte serrata dei bianconeri, ma chiede 5,5 milioni di ingaggio (uno in più dell’offerta attuale), mentre il Real per il suo cartellino ne pretende 27-28 (contro i 20 proposti dai torinesi) ma potrebbe accontentarsi di 25. Insomma, ci siamo. Quasi.

BERNA-FIORENTINA, MARTEDI’ IL DIVORZIO? – Questa è anche la settimana di Bernardeschi. Martedì l’agente Beppe Bozzo ufficializzerà al dg viola Pantaleo Corvino la volontà del numero 10 di non prolungare il suo contratto in scadenza nel 2019 con la Fiorentina, che lo valuta circa 50 milioni. Dopodiché comincerà la trattativa, con la Juventus che partirà da 35 milioni più bonus per poi rilanciare fino a quota 40, la stessa toccata due estati fa per Dybala (32+8 di bonus). Sul banco potrebbe finire anche una contropartita tecnica: la Fiorentina vorrebbe Orsolini, la Juve propone invece Rincon o Sturaro.

Allegri ha fretta: vuole imbarcare Bernardeschi sul volo che a metà luglio porterà la squadra in Messico e Usa. A Firenze, intanto, si preparano al probabilissimo addio del talento carrarino. “Abbiamo bisogno di ricominciare con calciatori molto motivati e contenti – ha detto Pantaleo Corvino alla Domenica Sportiva -. Abbiamo dimostrato da mesi di voler ripartire da Berna, perché è un figlio del nostro settore giovanile. Essere contenti è la prerogativa per iniziare un altro ciclo con noi. Se Bernardeschi ce l’hanno chiesto in tanti? No, nessuno, perché noi siamo ancora dell’idea che lui possa rimanere con noi”. Il dg viola non ha mai detto “Bernardeschi è incedibile”, come ieri era erroneamente filtrato dalle anticipazioni della sua intervista. Quelle parole, comunque, non avrebbero spaventato nessuno sul Lungopò né illuso alcuno sul Lungarno. E’ la grande recita del mercato, quel gioco delle parti dove alla fine vince quasi sempre la Juventus.

DE SCIGLIO, SPINAZZOLA E MATTIELLO – Si avvicina anche l’intesa con il Milan per De Sciglio, la cui trattativa non è alternativa a quella per Danilo: a Torino preparano il colpo doppio. Per assicurarsi il duttile esterno, però, serve un rilancio dei bianconeri, fermi a 10 milioni contro i 15 richiesti dal Milan. “La situazione con il club rossonero è molto chiara e i rapporti sono ottimi – ha spiegato l’agente Branchini -. In questo momento il futuro di De Sciglio dipende dalla Juve e dalle altre squadre che possono avvicinarsi a lui”. Quasi un invito a celebrare le nozze. Nei radar bianconeri c’è anche Spinazzola, che potrebbe tornare alla casa madre indipendentemente da quello che sarà il futuro di Alex Sandro, il titolare della corsia sinistra. L’ultima parola sarà dell’Atalanta, che al momento ha chiesto ai bianconeri di onorare il secondo anno di prestito del ragazzo entrato nel giro della Nazionale. In questo grande giro di esterni va infine segnalata la cessione di Federico Mattiello a titolo temporaneo alla Spal, ufficializzata oggi dal club bianconero.

 

Fonte: Repubblica.it

 

tag: ciro di pietro ,benedetto panarello ,giuseppe ruggieri ,andrea vetromile ,amedeo di pietro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *