10 anni di iPhone, il prodotto Apple più venduto. Ma le quote di mercato scendono

Giuseppe Ruggieri

Un iPod, un telefono e uno strumento per navigare in internet. Avete capito? Non ci sono tre apparecchi diversi. Ce n’è uno solo
Con queste parole, sei mesi prima, uno Steve Jobs in lupetto nero e jeans d’ordinanza aveva presentato di fronte alla platea del MacWorld, la fiera di Apple, la nuova creatura della società di elettronica: iPhone. Il 29 giugno di dieci anni fa lo smartphone della Mela approdava in negozio: la febbre da iPhone contagiò presto gli Stati Uniti e in 74 giorni ne andò a ruba un milione di esemplari. “Ci sono voluti due anni per raggiungere questo traguardo con iPod”, commenta Jobs.

In due anni Apple vende 20,7 milioni di iPhone, ma iPod è ancora il prodotto di Cupertino che tira di più: 54 milioni di esemplari. Tuttavia il lettore musicale è il retaggio di un mondo in cui con il telefono si fanno chiamate e spediscono messaggi, mentre le canzoni si ascoltano su un dispositivo.

Il mondo che lo smartphone sta spazzando via, con il suo pacchetto tutto in uno
E che Apple ha semplificato, togliendo la tastiera e abituando il consumatore al touchscreen.

Basta guardare gli ultimi dati finanziari di Apple per farsi un’idea della rivoluzione cupertiniana che si consuma in due lustri. Dai documenti emerge che iPhone è il prodotto più venduto di casa Apple, con 50,7 milioni di esemplari nel secondo trimestre fiscale del 2017. A debita distanza arrivano gli 8,9 milioni di iPad, i computer e gli altri prodotti, un calderone in cui si trovano i numeri di Apple tv, Apple Watch e dell’iPod.

Fonte: wired.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *