Juventus, il giorno di Schick: in corso le visite mediche. Affondo per Bernardeschi

TORINO – Nomen omen. Un Patrik Schick estremamente chic si è presentato alle 9.14 di stamani al J Medical bianconero per sostenere le visite: abito molto elegante, sfumatura alta e pose quasi da modello di fronte ai fotografi. Un blitz in piena regola, una toccata e fuga a sorpresa nella struttura che passerà presto sotto la direzione sanitaria del discusso dottor Riccardo Agricola.
L’attaccante 21enne ceco ha sfruttato la giornata di semilibertà ottenuta dalla sua Nazionale, reduce dalla netta vittoria (3-1) contro l’Italia di Di Biagio agli Europei Under 21 in Polonia. I tempi sono piuttosto stretti, nel pomeriggio potrebbe già arrivare la firma sul contratto che legherà Patrik Schick alla Juventus fino al 2022, per uno stipendio di quasi 2 milioni più bonus. Alla Sampdoria andranno invece 30,5 milioni in tre rate e non in un’unica soluzione come prevede la clausola rescissoria.

Il talento di Praga – il quarto ceco in bianconero dopo Vycpalek, Nedved e Grygera – alla sua prima stagione con la Sampdoria in Serie A ha collezionato ben 13 gol (più 5 assist) in 35 presenze, il primo segnato proprio allo Stadium contro la Juventus, con una media realizzativa di una rete ogni 127 minuti di gioco e alcuni colpi da vero predestinato. Marotta e Paratici hanno messo a segno il primo colpo dell’estate. Ad Allegri il compito di valutare Schick durante il ritiro estivo, al via dal 10 luglio a Vinovo, e decidere il futuro prossimo dell’attaccante strappato alla concorrenza soprattutto dell’Inter.

Ieri a Tychy, in Polonia, Schick ha affrontato quel Bernardeschi che potrebbe diventare suo prossimo compagno di squadra. La Juventus è infatti pronta a versare ben 40 milioni più bonus alla Fiorentina. La trattativa per Bernardeschi è parallela a quella per Douglas Costa con il Bayern Monaco, operazione destinata a essere “più concreta nelle prossime settimane”, come ha detto ieri l’ad Beppe Marotta. In caso di doppio colpo sugli esterni il sacrificato sarà Cuadrado, corteggiato dal Psg e valutato intorno ai 30 milioni dalla Signora.
L’altra pista azzurra battuta dai bianconeri porta a Darmian, che contende a De Sciglio la corsia destra liberata da Dani Alves. Ieri nuovo contatto con il Manchester United, che lo valuta circa 20 milioni: Mourinho fa muro, ma l’esterno spinge per tornare a Torino, sull’altra sponda del Po. È intanto entrata nel vivo anche la trattativa per il centrocampista N’Zonzi, adesso che il Siviglia si sarebbe convinto a cedere per circa 35 milioni il gigante francese. Oggi è previsto un confronto tra torinesi e andalusi. L’intesa si avvicina

 

Fonte: Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *