Boldrini, sì ad Europa, purché cambi

Giuseppe Ruggieri

VENEZIA – “All’Europa dico sì, ma a una condizione: che ci sia un reale cambiamento”. Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, in occasione della presentazione del suo libro a Venezia. “Credo – ha spiegato – che ci sia oggi bisogno che l’Europa sia percepita come un’istituzione benigna, che protegge i cittadini e dà loro delle chance. Bisogna quindi lavorare sull’aspetto sociale dell’Europa, che deve essere più capace di mettere i cittadini al centro della propria azione”. “Penso infatti – ha proseguito la presidente della Camera – che debba fare qualcosa che vada a vantaggio dei più bisognosi: ad esempio, immagino come un sussidio di disoccupazione europeo cambierebbe la percezione dell’Europa e porterebbe a dire che l’Europa dei diritti, affermando i principi che sono alla base del progetto europeo, non lascia indietro nessuno. Credo che ci siano buone speranze per portare avanti questo progetto europeo”.

Fonte: ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *