Motociclista dimentica la moglie, se ne accorge a Chieri dopo 40 km

Giuseppe Pino Ruggieri

“Ho perso mia moglie, deve essere caduta dalla moto mentre viaggiavamo”. La voce in linea con il 112 suona disperata. E’ quella di un uomo di 59 anni. Dice di trovarsi a Chieri in piazza Europa dove si è fermato quando si è accorto che sul sellino posteriore della moto non c’era più la moglie di 58 anni. “Non posso chiamarla, il suo cellulare è rimasto nel bauletto della moto, aiutatemi”, ha implorato i carabinieri della compagnia di Chieri che hanno ricostruito con il motociclista il tragitto appena fatto per coordinare le ricerche.

Non è stato necessario perché l’uomo ha ricevuto una telefonata da un numero sconosciuto: era la moglie che si era fatta

prestare un cellulare e lo ha chiamato. “Sei ripartito senza di me. Mi hai lasciato a Moncalvo d’Asti”, gli ha spiegato in una telefonata che potrebbe essere stata ben poco pacata nei toni.

La donna dunque non era caduta ma è stata “dimenticata”. E il marito preoccupato e distratto ha tirato un sospiro di sollievo, almeno fino a quando non ha incontrato la consorte che aveva abbandonato a 40 chilometri di distanza senza nemmeno accorgersene

Fonte: Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *