Napoli, nove giorni in compagnia della pizza

Intrattenimento e ospiti di eccezione in un evento di divertimento e di gusto.

Il lungomare Caracciolo di Napoli si trasforma nella pizzeria più grande d’Europa per la settima edizione di “Napoli Pizza Village “, l’evento internazionale che, da sabato 17 a domenica 25 giugno, celebra uno dei cibi italiani più conosciuti e amati del mondo. I visitatori e i foodies trovano un calendario ricco di iniziative all’insegna della buona tavola, della musica e del divertimento.

Come ogni anno, il lungomare Caracciolo si trasforma per l’occasione in un grande palco ad accesso gratuito, sul quale si susseguono artisti di calibro nazionale e internazionale in un ricco calendario di appuntamenti, concerti, spettacoli comici e grande intrattenimento. A tutto questo si aggiunge il XVI Campionato del Mondo del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo, con oltre 600 pizzaioli provenienti da 40 Paesi.

Napoli Pizza Village nel 2016 ha raggiunto le 600.000 presenze: un villaggio nella suggestiva cornice del Golfo di Napoli lungo 1.300 metri, con 20.000 posti a sedere contemporanei dove le mani sapienti dei maestri pizzaioli delle 50 pizzerie più antiche di Napoli hanno sfornato oltre 100.000 pizze.

Grande novità di questa edizione è la presenza di nove top player della pizzeria mondiale, presenti a Napoli per annunciare i trend e le mode che segneranno il futuro della pizza napoletana per la prossima stagione 2017/2018. E’ loro compito anche svolgere il ruolo di giudici nella prima edizione del Foodblogger Awards OFF di Napoli Pizza Village: la competition, realizzata in collaborazione con Malvarosa publisher and food agency, interamente dedicata al mondo della pizza e rivolta a blogger italiani e stranieri, chiamati a sfidarsi a suon di pizze.

Tra le sezioni della NPV Experience segnaliamo:
NPV Pizza Class – E’ il luogo in cui gli appassionati possono scoprire i segreti della vera pizza napoletana: ogni sera, due celebri Maestri dell’Arte Bianca, insegnano a 48 aspiranti pizzaioli, i segreti per preparare, anche nel forno di casa, un’ottima pizza partenopea. Il contributo per partecipare è di 20 Euro, che sarà interamente devoluti all’Associazione Un Cuore per Amico Onlus per sostenere le famiglie con bambini affetti da cardiopatia congenita.

NPV Kids – L’area dedicata ai bambini ha come parola d’ordine divertimento e sana alimentazione. Un laboratorio insegna in modo divertente la storia della Pizza Napoletana e il concetto di corretta alimentazione. I mini apprendisti possono assistere ad una vera lezione di pizza con un Maestro Pizzaiuolo che li guida dall’impasto di acqua e farina fino alla cottura in uno speciale forno a legna ad altezza bambino.

La settima edizione di Napoli Pizza Village è anche il luogo dove è possibile firmare a sostegno della candidatura dell’Arte del Pizzaiuolo Napoletano come Patrimonio dell’UNESCO. Da qui, nel 2014 ha preso il via la partnership con la Fondazione Univerde di Alfonso Pecoraro Scanio, l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani e Coldiretti, che ha portato a raccogliere più di 1,5 milioni di firme. A dicembre 2017 finalmente la commissione Unesco si riunirà a Seul per valutare e decidere se insignire l’Arte del Pizzaiuolo Napoletano come Patrimonio dell’UNESCO.

Fonte:TGcom24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *