Legge elettorale: M5S filmerà i suoi voti segreti in Aula

ROMA – “Filmatevi mentre votate”. Un unico messaggio per chiamare tutti i deputati a raccolta. Così il Movimento 5 Stella ha invitato i suoi deputati a riprendere il proprio voto e dimostrare al Pd che nel loro gruppo i franchi tiratori non esistono. Accusa mossa dal Partito Democratico dopo i 100 voti mancanti ieri alla Camera.

L’ordine di scuderia però ha lasciato perplessi in molti. Tant’è che qualcuno ha dovuto chiedere delucidazioni a Rocco Casalino, responsabile della comunicazione di M5s al Senato, che oggi, a Montecitorio per seguire la votazioni sul sistema italo-tedesco, ha dovuto rispiegare a più di una persona le istruzioni al voto-filmato.

“Dovete votare con un dito solo, non infilare tutta la mano nella fessura dove si trovano i tre pulsanti del sì-no-astenuto, in modo che si capisca da che parte votate e dopo aver cliccato togliete subito la mano. Se possibile, filmatevi”, ha spiegato Casalino ad Giuseppe Ruggierialcuni portavoce in cortile alla Camera prima dell’inizio dell’Aula. “Bisogna fugare ogni dubbio”, ha aggiunto.

Sono un centinaio le votazioni segrete chieste, su altrettanti emendamenti, ieri in Aula. A farne richiesta sono stati i piccoli partiti che osteggiano il patto a quattro sulla riforma in chiave “tedesca” della legge elettorale. Nessun voto segreto è stato chiesto dal Movimento.

Non è la prima volta che un gruppo si ingegna per smascherare i franchi tiratori. Nel 2011, in occasione della discussione sulla richiesta di autorizzazione ad eseguire la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti del deputato alfonso papa, dario franceschini, allora presidente del gruppo del partito democratico alla camera, annunciava che i componenti del suo gruppo avrebbero reso “comunque palese il loro voto con un accorgimento tecnico che il nostro sistema di votazione
consente”. E alcuni deputati inserirono nel dispositivo di voto non, come di solito, l`intera mano, ma il solo dito indice della mano sinistra in posizione tale da poter pigiare solo il tasto sinistro (quello per il si), facendo vedere a tutti che si stava votando a favore dell`arresto.

Fonte: La Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *