Champions League, Cardiff blindata: allerta massima in vista della finale. Si giocherà indoor

CARDIFF – A meno di due settimane dall’attentato di Manchester, il livello di allerta a Cardiff in vista della sfida di sabato tra Juventus e Real Madrid è altissimo. Sarà la finale più pattugliata e blindata di sempre. Le autorità locali attendono circa 200mila tifosi nel prossimo fine settimana, molti dei quali sprovvisti di biglietto. Per garantire la massima sicurezza la South Wales Police ha allestito un piano di sicurezza consistente, coordinato con l’intelligence britannica. Per le strade della città verranno dispiegati almeno duemila poliziotti extra, oltre ai seimila agenti che da giorni stanno pattugliando ogni angolo della città.

CONTROLLATI TOMBINI E LAMPIONI – Tutti i tombini e i lampioni della zona adiacente il Millennium Stadium sono stati controllati dagli artificieri e sigillati, per minimizzare il rischio bombe. Almeno 50 esperti da settimane – dunque già da prima dell’attacco all’Arena di Manchester – sono al lavoro per curare in ogni dettaglio la logistica della sicurezza, a cominciare dall’uso di un avveniristico software in grado di riconoscere in tempo reale l’identità delle persone: una tecnologia che consentirà controlli incrociati con l’identikit di schedati o sospettati. Come ormai consuetudine in occasione dei vertici internazionali, la zona dello stadio verrà chiusa al traffico e isolata da barriere in cemento: vi potranno accedere solo i residenti, che dovranno comunque mostrare un documento d’identità, e chi in possesso di un tagliando per la finale. Restrizioni alla mobilità sono previste anche lungo il fiume che attraversa Cardiff, il River Taff, così come nella baia antistante. Chiusi anche tutti i parcheggi in centro alla città, con contemporaneo divieto di lasciare le automobili lungo le strade: anche le vetture dei residenti sono state da giorni spostate altrove. Le forze dell’ordine vogliono evitare qualsiasi tipo di complicazione o ingorgo che possa favorire, anche solo involontariamente, qualunque malintenzionato. Per la stessa ragione sono previsti anche minuziosi controlli e perquisizioni agli ingressi: la Uefa ha già fatto sapere che ci saranno lunghe code ai cancelli dove non potranno passare borse di alcuna dimensione.

SI GIOCHERA’ INDOOR – E per non lasciare nulla di intentato, per prevenire un attacco dal cielo tramite droni, si è anche deciso di chiudere il tetto dell’impianto: quella tra Juventus e Real Madrid sarà la prima finale indoor della massima competizione continentale. «Da quando è stata assegnata la finale a Cardiff, ormai due anni fa, il mondo purtroppo è cambiato drammaticamente», ha commentato il commissario della South Wales Police, Steve Furnham, che ha definito quella allestita per la finale «la più grande operazione britannica di messa in sicurezza per un evento sportivo».

Fonte: Corriere dello Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *