Chris Cornell, la lettera aperta della moglie: “Puoi riposare in pace”

A poco più di una settimana dal suicidio, gli interrogativi sulla morte di Chris Cornell non hanno ancora trovato una risposta. L’esito degli esami tossicologici non è stato ancora reso noto, mentre il corpo del cantante, secondo la stampa americana, è stato cremato il 23 maggio. La cerimonia funebre si svolgerà a Los Angeles il 26 maggio.

La moglie dell’ex cantante dei Soundgarden, Vicky Karayiannis, ha scritto una lettera aperta dedicata proprio all’artista e pubblicata dal settimanale Billboard:
“Al mio dolce Christopher,
sei stato il papà, il marito e il genero più dolce. La tua pazienza, empatia e amore trapelavano sempre.
Mi hai sempre detto che ti avevo salvato, che se non fosse stato per me non saresti stato vivo. Il mio cuore brillava vedendoti così felice, vitale e motivato. Affamato di vita. Sempre impegnato a fare tutto il possibile ricambiare. Negli ultimi 10 anni abbiamo passato i momenti più belli della nostra vita e mi spiace, amore mio, di non aver potuto vedere cosa ti è successo quella notte. Sono dispiaciuta che tu fossi da solo e so che non eri in te, mio dolce Christopher. Anche i tuoi bambini lo sanno, per cui puoi riposare in pace.
Sono a pezzi, ma lotterò per te e mi prenderò cura dei nostri bellissimi figli. Penserò a te ogni minuto di ogni giorno e combatterò per te. Avevi ragione a dire che siamo anime gemelle. Dicono che le strade che si sono incrociate si incrociano sempre nuovamente e so che verrai a cercarmi, e io sarò lì ad aspettarti.
Ti amo più di quanto qualcuno abbia mai potuto amare un’altra persona nella storia dell’amore, più di quanto sarà mai possibile fare.

Vicky era la seconda moglie di Cornell: dalla loro unione erano nati due figli, Toni e Christopher Nicholas.

 

Fonte: Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *