Grecia, l’ex premier Papademos ferito da una bomba esplosa nella sua auto

Atene ancora nel mirino delle forze che vogliono la destabilizzazione del Paese mediterraneo da sette anni in piena crisi del debito sovrano . Un pacco bomba è esploso tra le mani dell’ex premier Loukas Papademos, mentre si trovava in macchina insieme all’autista e un agente di scorta. L’esplosione è avvenuta al centro di Atene in una zona subito transennata dalla forze speciali della polizia.

Papademos, 69 anni, è rimasto gravemente ferito all’addome, ma non sarebbe in pericolo di vita, mentre le altre due persone che erano nel veicolo blindato – che
nelle immagini appare integro – sono rimaste ferite in maniera più lieve. Tutti sono stati ricoverati all’ospedale Evangelismos.

L’esplosione sarebbe stata provocata da una lettera-bomba. «Siamo completamente scioccati da quello che è successo». Lo ha affermato il ministro greco Nikos Pappas, riferendosi all’ordigno esploso nell’auto guidata dall’ex premier Papademos. «Condanniamo questo atto terribile senza riserve e auguriamo il meglio a Papademos», ha aggiunto Pappas, uno dei
più stretti collaboratori del premier Alexis Tspiras, che è stato informato dell’attentato a Bruxelles al vertice Nato. Condanna e solidarietà sono venuti da tutti i leader politici ellenici.
Nessuno ha rivendicato l’azione, ma in passato alcuni politici e giornalisti greci sono stati bersaglio di attacchi da parte di militanti di estrema sinistra o gruppi anarchici.

Fonte:Il Sole 24 ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *