New York, auto travolge pedoni a Times Square: uccisa una ragazza

Paura a New York, dove un’automobile ha travolto alcuni pedoni su un marciapiede nella centralissima Times Square. Il bilancio parla di un morto (una ragazza) e 23 feriti di cui quattro gravi. La polizia ha arrestato il conducente del mezzo e subito messo sotto torchio: non si tratterebbe di terrorismo ma di un incidente. L’automobilista era sotto l’effetto di alcol. Stando ai media locali si chiamerebbe Richard Rojas, 26 anni, residente nel Bronx.

Un 26enne del Bronx già arrestato per guida in stato di ebbrezza – La polizia di New York ha fatto sapere che la persona arrestata è un 26enne del Bronx, che in passato era stato arrestato due volte per guida in stato di ebrezza. Il ragazzo, il cui nome sarebbe Richard Rojas, guidando contromano ha travolto la folla. L’incidente è avvenuto all’incrocio tra la 45.ma strada e Broadway.

Il sindaco de Blasio: “La vittima è una donna, non è terrorismo” – Il sindaco di New York, Bill de Blasio, subito accorso sul luogo dell’incidente ha ribadito: non è un atto di terrorismo. Le autorità hanno comunque hanno rafforzato i controlli nei luoghi strategici. La vittima è una giovane donna, ha detto de Blasio, senza però rivelare il nome e l’età della ragazza.

Trump al corrente della situazione – Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato informato “della situazione a Times Square e continuerà a ricevere aggiornamenti”. E’ quanto riferisce su Twitter il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer.

Testimoni: un forte colpo, poi la gente a terra – “Abbiamo sentito un forte colpo, ci siamo girati e abbiamo visto persone a terra sul marciapiede e gente che fuggiva”. Così una testimone racconta alle tv americane gli attimi in cui l’auto si è schiantata contro i pedoni a Times Square. “La gente fuggiva ovunque, avevano tutti paura per la propria vita – ha raccontato un altro testimone – abbiamo visto fumo e fiamme uscire dalla macchina”.

Fonte: www.tgcom24.mediaset.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *